IRELAND – Easter Rising 1916 – JAMES CONNOLLY

J Connolly Irish 2

Ricorre oggi l’anniversario dell’ inizio della Rivolta di Pasqua che insanguinò le strade di Dublino nel 1916. Dopo il sollevamento dei nazionalisti irlandesi, le truppe britanniche presero man mano il sopravvento, fino a schiacciare la rivolta e a giustiziare i leaders della stessa.

Uno di questi fu James Connolly, fucilato su una sedia a causa di una precedente ferita patita negli scontri con le truppe.

Connolly rappresentava l’anello di congiunzione tra il nazionalismo irlandese e l’ideologia socialista, interpretando in quei giorni un ruolo fondamentale.

Lo ricordiamo con uno scritto di Paolo Perri, ricercatore storico dei movimenti nazionalisti  e dei riflessi che su questi ebbero gli influssi di carattere socialista, pubblicato sul sito http://storiaefuturo.eu.

Un punto di svolta nella questione irlandese: il socialismo gaelico e il pensiero di James Connolly

“Il socialismo gaelico ha sicuramente rappresentato un’anomalia nel panorama del movimento operaio mondiale. Fortemente intriso di caratteri indipendentisti, se non apertamente nazionalisti, il movimento socialista irlandese deve la sua fama, benché ridotta, alle teorie e al pensiero di un personaggio particolarmente controverso che animò la storia dell’isola, e del movimento socialista europeo, all’inizio del Novecento: James Connolly. Una vita, la sua, dedicata alla causa dell’Irlanda e dell’emancipazione delle classi subalterne, culminata in una sorta di martirio laico seguito alla repressione della prima insurrezione novecentesca sull’isola. Quanto accadde nella Pasqua del 1916 in Irlanda, ed in particolare a Dublino, rappresenta, per molti storici, un punto di svolta, se non addirittura una vera e propria fonte d’ispirazione, per tutto ciò che viene generalmente indicato come “conflitto irlandese”. Quella rivolta, passata alla storia come la Easter Rising, oltre ad aver contribuito al rilancio del nazionalismo irlandese, rappresentò l’apogeo del socialismo celtico tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Per la prima volta nella storia dell’isola di smeraldo, infatti, tra i leader dell’insurrezione si trovava un socialista di lungo corso. James Connolly, difatti, non era soltanto uno dei principali agitatori indipendentisti a cavallo tra i due secoli, ma anche un fervente marxista, responsabile della diffusione delle teorie socialiste in Irlanda e Scozia, e teorico di una via nazionale al socialismo spesso fraintesa o volutamente ignorata………

leggete l’intero articolo >QUI<

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...